L’ARCHITETTURA STRUTTURALE, DALLA CONCEZIONE AI DETTAGLI COSTRUTTIVI, DI UN SISTEMA DOTATO DEL REQUISITO DELLA ROBUSTEZZA – Gli orientamenti normativi e l’esperienza di casi pratici esemplari

 70,00

Posti esauriti - Iscrizioni chiuse

Sei interessato a questo corso?
Lascia la tua email e ti avviseremo quando ripartirà!

    Chiedi maggiori informazioni sul corso

    Richiesta informazioni per il corso L’ARCHITETTURA STRUTTURALE, DALLA CONCEZIONE AI DETTAGLI COSTRUTTIVI, DI UN SISTEMA DOTATO DEL REQUISITO DELLA ROBUSTEZZA – Gli orientamenti normativi e l’esperienza di casi pratici esemplari

    Data:
    24 giugno + 01 luglio 2022. Sempre il pomeriggio dalle 15:00 alle 19:00
    Ore lezioni:
    8 ore (in presenza)
    CFP:
    8 per Ingegneri, 8 per Geometri e Geometri Laureati, in fase di acquisizione per Architetti e PPC
    Chiedi maggiori informazioni sul corso

    Richiesta informazioni per il corso L’ARCHITETTURA STRUTTURALE, DALLA CONCEZIONE AI DETTAGLI COSTRUTTIVI, DI UN SISTEMA DOTATO DEL REQUISITO DELLA ROBUSTEZZA – Gli orientamenti normativi e l’esperienza di casi pratici esemplari

    • SEDE:

    Sala Convegni del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche, Bari, Corso Sen. Antonio De Tullio, 1

     

     

    • COORDINAMENTO:

    Ing. Placido Migliorino, Ing. Roberto Lorusso

     

     

    • DOCENTI:

    Prof. Ing. Amedeo Vitone, Ing. Ph.D. Fabrizio Palmisano,

    Ing. Matteo Felitti, Ing. Giacomo Alicino

     

     

    • CFP:

    la Scuola in quanto provider riconosciuto dal CNI assegna autonomamente i crediti formativi agli iscritti che frequentano regolarmente il Corso

     

    • COMITATO TECNICO:

    Ing. Placido Migliorino, Ing. Roberto Lorusso

     

     

    • SUPPORTI ALLA DIDATTICA:

    Indicazione delle fonti normative e tecniche

     

     

    • ATTESTATO DI FREQUENZA:

    Attestato di frequenza SI&A

     

     

    • Premesse.

    Definizione di robustezza. Il concetto di ‘sproporzione’.
    I fattori (P, V, E) del rischio per inadeguata robustezza.

    • Analisi dei fattori di rischio.

      Il fattore di pericolosità (P).
      La causa scatenante: le azioni (i fenomeni) locali o diffuse.
      La sproporzione dell’effetto per gravità o per estensione.
      Il fattore di vulnerabilità (V).
      La causa scatenante: la incapacità dell’elemento o del sistema strutturale.
      La sproporzione dell’effetto per gravità o per estensione.
      Il fattore di esposizione (E).
      La sproporzione del danno.

    • La robustezza nella seconda generazione degli Eurocodici

    • Strategie per mitigare i fattori di rischio per inadeguata robustezza.

      Tecniche di monitoraggio e valutazione degli effetti del degrado dei ponti in c.a.
      Casi pratici di applicazione.
      Concezione del sistema strutturale e ruolo dei dettagli costruttivi.
      Costruzioni esistenti. Casi esemplari.
      Risorse di capacità di costruzioni dotate di robustezza.
      Danni sproporzionati di costruzioni prive di robustezza.
      La robustezza strutturale nel caso di danni localizzati da degrado.
      Nuove costruzioni. Provvedimenti progettuali efficaci.
      Concezione generale del sistema strutturale.
      Schede ‘tipologiche’ di dettagli costruttivi

    • TEST DI VERIFICA FINALE DELL’APPRENDIMENTO CON OBBLIGO DI SUPERAMENTO

    Co-organizzazione di:

    DESCRIZIONE CORSO

    Le vigenti NTC 2018 indicano 5 ‘requisiti fondamentali’ che devono possedere le opere e le varie tipologie strutturali: la sicurezza nei confronti degli Stati Limite Ultimi e degli Stati Limite di Esercizio; la sicurezza antincendio; la durabilità e infine la robustezza. Il corso prende le mosse dalla definizione di robustezza, in merito alla quale si riscontra un orientamento non unanime delle diverse fonti tecnico-scientifiche e normative. La definizione è proposta con riferimento al concetto di ‘rischio’ , nel quale è inquadrata la ‘inadeguatezza di robustness’. Riconosciuto che è possibile dotare le nuove costruzioni di una misura della capacità di robustezza in linea con le prescrizioni normative ed adeguata alle esigenze della proprietà, restano poi da considerare gli effetti della ‘congenita’ e talvolta grave mancanza di questa capacità nelle costruzioni esistenti. Il corso propone casi pratici esemplari di tali effetti e indica efficaci provvedimenti, criteri e metodi, dalla concezione del sistema strutturale sino ai dettagli costruttivi.